Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa B. Vergine del Carmelo

Date rapide

Oggi: 16 luglio

Ieri: 15 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi NewsAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Amalfi News

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Storia e Storie

Storia e Storie

La leggenda della Campanina portafortuna di S. Michele, il prezioso talismano di Capri

Scritto da (mariaabate), domenica 1 luglio 2018 19:35:13

Ultimo aggiornamento domenica 1 luglio 2018 19:35:13

In molti conoscono la "Campanella di Capri", ma non tutti sanno che, dietro questo prezioso portafortuna che si è soliti regalare alle persone care, c'è un'antica leggenda, quella della Campanina di San Michele. Ve la riproponiamo qui. Viveva a Capri un pastorello, il più povero fra i bimbi poveri del luogo. Suoi unici beni erano una capanna, che divideva con la mamma, vedova, ed una pecorella, ch'egli soleva portare...

Maiori, blitz in piena notte per tagliare due alberi

PROBLEMA O VALORE?

la missiva di Gioacchino Di Martino

Scritto da (admin), giovedì 28 giugno 2018 20:34:57

Ultimo aggiornamento giovedì 28 giugno 2018 20:34:57

di Gioacchino Di Martino Continua la "deforestazione" di giardini e di altre aree pubbliche del comune di Maiori. E' in pieno svolgimento, infatti, la campagna di "lotta ai nocivi" intrapresa da qualche tempo dall'attuale amministrazione. Con un blitz iniziato in piena notte due vetusti e imponenti rappresentanti dello striminzito patrimonio arboreo cittadino di Maiori sono caduti vittime delle motoseghe. Stavolta a farne...

Le celebrazioni dell'apostolo Andrea nella città di Amalfi

Scritto da (admin), mercoledì 27 giugno 2018 13:09:23

Ultimo aggiornamento mercoledì 27 giugno 2018 13:09:23

da un post di Sigismondo Nastri "Oggi 27 giugno, celebrazione ad Amalfi, del patrocinio dell'apostolo Andrea. Mi unisco spiritualmente alle preghiere e alle invocazioni che saranno rivolte al santo durante le funzioni in cattedrale e la processione solenne per le vie della città. E al canto, che intanto torna a risuonarmi nelle orecchie: "O di Amalfi protettore, Sant'Andrea nostro duce, / spicca un raggio di tua luce...

Vietri e Pontone celebrano San Giovanni Battista, miti e tradizioni della festa del 24 giugno in Costiera

Scritto da (mariaabate), sabato 23 giugno 2018 14:26:21

Ultimo aggiornamento sabato 23 giugno 2018 14:27:03

Di Sigismondo Nastri La festa religiosa di San Giovanni Battista si fonde - e si confonde - con tradizioni, superstizioni, pratiche esoteriche. Non so dire perché. Non mi ci sono applicato. Forse perché capita in un giorno particolare del calendario, il 24 giugno, subito dopo il solstizio d'estate. Penso che sia la solennità in cui maggiormente sopravvivono antiche credenze pagane legate al ciclo della natura. Faccio...

Ad Amalfi il 27 giugno si ricorda il miracolo di S. Andrea con la corsa sulle scale del Duomo

Per l’occasione corse speciali via mare per Amalfi da Maiori, Minori e Salerno. Ritorno dopo i fuochi pirotecnici delle 23,30

Scritto da (mariaabate), giovedì 21 giugno 2018 16:57:17

Ultimo aggiornamento giovedì 21 giugno 2018 16:57:17

Il 27 giugno Amalfi celebra il suo Santo Patrono con una festa estiva, nella quale la profonda devozione al protettore si mescola inscindibilmente con la tradizione locale e la storia della città. Le celebrazioni di giugno, che si affiancano a quelle canoniche del 30 novembre, sono nate dal solco più antico ed autentico della fede degli amalfitani per ricordare un miracolo compito da Sant'Andrea per salvare la città....

Per Alessio Civale di Amalfi laurea da 110 e lode in Management Strategico

Scritto da (admin), mercoledì 20 giugno 2018 16:27:51

Ultimo aggiornamento mercoledì 20 giugno 2018 18:30:02

"La responsabilità sociale di impresa nelle PMI: Cartoindustria srl" è il titolo della tesi che è valsa ad Alessio Civale, giovane studente amalfitano, la laurea magistrale in Management Strategico presso l'Università degli Studi di Salerno. La commissione esaminatrice gli ha assegnato il massimo della valutazione: 110 su 110 con lode. Grande la soddisfazione dei genitori, Salvatore e Rita De Rosa, che insieme ai parenti...

La Villa Romana di Minori in una ricostruzione 3d: quando i romani erano i maestri dell’”otium” [VIDEO]

Scritto da (mariaabate), giovedì 14 giugno 2018 17:34:00

Ultimo aggiornamento giovedì 14 giugno 2018 17:34:00

Aperta verso il mare, la Villa Romana di Minori si trovava in una condizione ambientale felicissima e si inseriva benissimo nello scenario ambientale. Attualmente è solo la parte marittima quella che ci resta per intero: consta di uno spazio scoperto, originariamente il calpestio del piano superiore, dove sono ancora evidenti frammenti di pavimenti musivi e che probabilmente dovevano essere coperti da strutture in legno...

Da Maiori a New Haven: la pizzeria che fece la fortuna di Franco Pepe

Scritto da (mariaabate), venerdì 1 giugno 2018 15:54:10

Ultimo aggiornamento venerdì 1 giugno 2018 15:58:53

Adesso è Gary Bimonte, suo nipote, a gestire la Pizzeria Napoletana di Franco Pepe, che dall'essere un modesto locale è divenuta nel tempo un tempio della pizza italiana negli USA. "Frank Pepe Pizzeria Napoletana" è stata fondata nel 1925 da Franco Pepe, nato il 15 aprile 1893 nella città di Maiori, sulla costa amalfitana, che - povero e analfabeta -, emigrò negli Stati Uniti nel 1909, all'età di 16 anni, con nient'altro...

“'O Munaciello”: un’antica fiaba tramontana raccontata in dialetto da Gennaro Pesacane

Scritto da (mariaabate), venerdì 18 maggio 2018 15:30:26

Ultimo aggiornamento venerdì 18 maggio 2018 16:19:06

‘O Munaciello era âuto tre parme (palmi), teneva ‘a capa longa ‘nu ‘nzirracchio (misura ottenuta estendendo pollice ed indice), era camuso (naso schiacciato e ricurvo in basso ma, a Tramonti "camuso" era spesso detto anche di chi aveva la progna) e' era pure zelluso (mancava di capelli a chiazze). Pe' sé accummiglià ‘a zella purtava sempe ‘na scazzetta n'capa. Si steva cuntento sé metteva chella rossa, si steva ‘nfrevato...

15 maggio 1978: quarant'anni fa Beppe Saronni vinceva il Giro d'Italia a Ravello

Scritto da (mariaabate), martedì 15 maggio 2018 17:43:08

Ultimo aggiornamento martedì 15 maggio 2018 17:47:03

Di Antonio Schiavo Correva, mai verbo fu più appropriato, l'anno 1978, nel bel mezzo di un mese di maggio tipicamente ravellese. Un cielo pennellato di azzurro intenso, graffiato appena appena da qualche cirro all'orizzonte che improvvisamente si trasformava in cumulone nero e ci scaricava addosso secchiate d'acqua in un sottofondo di tuoni che un tecnico delle luci bizzarro intervallava da lampi e fulmini tra le montagne....

I mille anni della chiesa di San Giovanni del Toro: a Ravello resiste il fascino della storia

Scritto da (mariaabate), martedì 15 maggio 2018 15:51:58

Ultimo aggiornamento martedì 15 maggio 2018 15:51:58

di Salvatore Amato Nel 2018, anno in cui ricorrono i duecento anni dalla soppressione della Diocesi, i centenari dell'elevazione a Basilica Minore dell'ex Cattedrale e della morte di fra Antonio Mansi, celebre figura del francescanesimo del primo Novecento, Ravello avrà la straordinaria opportunità di celebrare i mille anni di uno dei suoi monumenti più insigni: la chiesa di san Giovanni del Toro, Caput et mater aliarum...

Il Belvedere Principessa di Piemonte a Ravello e la sua storia

Scritto da (mariaabate), sabato 12 maggio 2018 16:02:26

Ultimo aggiornamento sabato 12 maggio 2018 16:02:26

Ravello è forse il borgo della Costiera Amalfitana più ricco di vedute mozzafiato. Niente spiagge ma ampie terrazze affacciate sul mare che consentono di vedere la costa dall'alto e rilassarsi al riparo dal caos. Un esempio di mirabile bellezza è il Belvedere Principessa di Piemonte, che continua ad affascinare non solo per le sue bellezze, ma anche per la storia che custodisce. Passeggiando lungo Via San Giovanni del...

Le scene della principessa Sissi a Villa Cimbrone: quando Ravello “interpretava” Corfù

Scritto da (mariaabate), giovedì 10 maggio 2018 17:24:03

Ultimo aggiornamento giovedì 10 maggio 2018 17:48:48

Ricordate i film sulla vita della principessa diventata poi imperatrice d'Austria, Elisabetta di Baviera? Le pellicole offrono una versione edulcorata e romantica della vita di Sissi, dal fidanzamento ai primi anni di matrimonio, e molte sono le imprecisioni o le inesattezze storiche relative alla vita della giovane imperatrice e dei suoi familiari. Ma, proprio per questo, hanno fatto battere il cuore a milioni di persone...

Irene Kowaliska e il sogno artistico tra Vietri sul Mare e Positano

Scritto da (admin), mercoledì 9 maggio 2018 12:27:10

Ultimo aggiornamento venerdì 8 giugno 2018 10:09:11

«Ho impiegato 15 giorni per imparare la tecnica di pittura su ceramica, che non è facile... Ma io amo la penombra della fabbrica e l'odore della creta. Mi piace quando tra le mani, sul tornio, cresce la pura forma». Parlava così, Irene Kowaliska, della sua passione. Una passione che la spinse a trasferirsi da Berlino a Vietri sul Mare. Era il 1931 e Vietri era una cittadina umile, che viveva di pesce fresco e pane appena...

Gli scenari politici di fine ‘700 in Costa d’Amalfi: il ruolo di Tramonti nell'ascesa e caduta della “Republica”

Scritto da (mariaabate), giovedì 26 aprile 2018 19:25:29

Ultimo aggiornamento giovedì 26 aprile 2018 19:31:45

Mentre le truppe napoleoniche conquistavano e invadevano il Regno di Napoli costringendo il governo borbonico a rifugiarsi in Sicilia, «nelle valli di Tramonti si pensava a guadagnare il pane, lontani da certe evenienze e dal concitato succedersi degli eventi e al clima di grave incertezza, di preoccupazione, di sgomento montante caratteristico di quei giorni»*. Ben presto, Don Ferdinando Torre e don Domenico Fiore di...

La cultura in Costiera Amalfitana passa per il Ravello Festival edizione 2018 Antica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana