Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Vittorio martire

Date rapide

Oggi: 21 maggio

Ieri: 20 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi NewsAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa Costa d'Amalfi le nostre specialità direttamente a casa vostra Hotel Santa Caterina Amalfi - The Luxury experience on The Amalfi Coast Lo shop on line dell'Antica Pasticceria Pansa di Amalfi dal 1830 il dolce della Costiera Amalfitana

Amalfi News

Pasticceria Pansa Costa d'Amalfi le nostre specialità direttamente a casa vostra Hotel Santa Caterina Amalfi - The Luxury experience on The Amalfi Coast Lo shop on line dell'Antica Pasticceria Pansa di Amalfi dal 1830 il dolce della Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Storia e Storie

Storia e Storie

“'O Munaciello”: un’antica fiaba tramontana raccontata in dialetto da Gennaro Pesacane

Scritto da (mariaabate), venerdì 18 maggio 2018 15:30:26

Ultimo aggiornamento venerdì 18 maggio 2018 16:19:06

‘O Munaciello era âuto tre parme (palmi), teneva ‘a capa longa ‘nu ‘nzirracchio (misura ottenuta estendendo pollice ed indice), era camuso (naso schiacciato e ricurvo in basso ma, a Tramonti "camuso" era spesso detto anche di chi aveva la progna) e' era pure zelluso (mancava di capelli a chiazze). Pe' sé accummiglià ‘a zella purtava sempe ‘na scazzetta n'capa. Si steva cuntento sé metteva chella rossa, si steva ‘nfrevato...

15 maggio 1978: quarant'anni fa Beppe Saronni vinceva il Giro d'Italia a Ravello

Scritto da (mariaabate), martedì 15 maggio 2018 17:43:08

Ultimo aggiornamento martedì 15 maggio 2018 17:47:03

Di Antonio Schiavo Correva, mai verbo fu più appropriato, l'anno 1978, nel bel mezzo di un mese di maggio tipicamente ravellese. Un cielo pennellato di azzurro intenso, graffiato appena appena da qualche cirro all'orizzonte che improvvisamente si trasformava in cumulone nero e ci scaricava addosso secchiate d'acqua in un sottofondo di tuoni che un tecnico delle luci bizzarro intervallava da lampi e fulmini tra le montagne....

I mille anni della chiesa di San Giovanni del Toro: a Ravello resiste il fascino della storia

Scritto da (mariaabate), martedì 15 maggio 2018 15:51:58

Ultimo aggiornamento martedì 15 maggio 2018 15:51:58

di Salvatore Amato Nel 2018, anno in cui ricorrono i duecento anni dalla soppressione della Diocesi, i centenari dell'elevazione a Basilica Minore dell'ex Cattedrale e della morte di fra Antonio Mansi, celebre figura del francescanesimo del primo Novecento, Ravello avrà la straordinaria opportunità di celebrare i mille anni di uno dei suoi monumenti più insigni: la chiesa di san Giovanni del Toro, Caput et mater aliarum...

Il Belvedere Principessa di Piemonte a Ravello e la sua storia

Scritto da (mariaabate), sabato 12 maggio 2018 16:02:26

Ultimo aggiornamento sabato 12 maggio 2018 16:02:26

Ravello è forse il borgo della Costiera Amalfitana più ricco di vedute mozzafiato. Niente spiagge ma ampie terrazze affacciate sul mare che consentono di vedere la costa dall'alto e rilassarsi al riparo dal caos. Un esempio di mirabile bellezza è il Belvedere Principessa di Piemonte, che continua ad affascinare non solo per le sue bellezze, ma anche per la storia che custodisce. Passeggiando lungo Via San Giovanni del...

Le scene della principessa Sissi a Villa Cimbrone: quando Ravello “interpretava” Corfù

Scritto da (mariaabate), giovedì 10 maggio 2018 17:24:03

Ultimo aggiornamento giovedì 10 maggio 2018 17:48:48

Ricordate i film sulla vita della principessa diventata poi imperatrice d'Austria, Elisabetta di Baviera? Le pellicole offrono una versione edulcorata e romantica della vita di Sissi, dal fidanzamento ai primi anni di matrimonio, e molte sono le imprecisioni o le inesattezze storiche relative alla vita della giovane imperatrice e dei suoi familiari. Ma, proprio per questo, hanno fatto battere il cuore a milioni di persone...

Irene Kowaliska e il sogno artistico tra Vietri sul Mare e Positano

Scritto da (mariaabate), mercoledì 9 maggio 2018 12:27:10

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 maggio 2018 12:27:10

«Ho impiegato 15 giorni per imparare la tecnica di pittura su ceramica, che non è facile... Ma io amo la penombra della fabbrica e l'odore della creta. Mi piace quando tra le mani, sul tornio, cresce la pura forma». Parlava così, Irene Kowaliska, della sua passione. Una passione che la spinse a trasferirsi da Berlino a Vietri sul Mare. Era il 1931 e Vietri era una cittadina umile, che viveva di pesce fresco e pane appena...

Gli scenari politici di fine ‘700 in Costa d’Amalfi: il ruolo di Tramonti nell'ascesa e caduta della “Republica”

Scritto da (mariaabate), giovedì 26 aprile 2018 19:25:29

Ultimo aggiornamento giovedì 26 aprile 2018 19:31:45

Mentre le truppe napoleoniche conquistavano e invadevano il Regno di Napoli costringendo il governo borbonico a rifugiarsi in Sicilia, «nelle valli di Tramonti si pensava a guadagnare il pane, lontani da certe evenienze e dal concitato succedersi degli eventi e al clima di grave incertezza, di preoccupazione, di sgomento montante caratteristico di quei giorni»*. Ben presto, Don Ferdinando Torre e don Domenico Fiore di...

Positano: il "pertuso" di Monte Paipo e la scommessa tra il Diavolo e la Madonna

Scritto da (mariaabate), sabato 21 aprile 2018 12:02:33

Ultimo aggiornamento sabato 21 aprile 2018 12:05:32

Meta ideale per coloro che desiderano dedicarsi al trekking in Costa d'Amalfi, la frazione di Montepertuso è situata nella parte alta di Positano, raggiungibile attraverso una strada carrabile che si inerpica su per la collina, e prende il nome dal buco (in dialetto "pertuso") che caratterizza la cima che domina il paesaggio. Quel buco è al centro di una leggenda che sfocia nel sacro. Si dice che a bucare il monte sia...

La nobiltà scalese in Costa d’Amalfi: origine, ascesa politica ed economica

Scritto da (mariaabate), venerdì 20 aprile 2018 13:58:30

Ultimo aggiornamento venerdì 20 aprile 2018 14:23:44

Di Antonio Mammato La prima nobiltà si affermò ad Amalfi tra il IX e il X secolo, epoca in cui la città si rese completamente autonoma dal ducato di Napoli. L'XI secolo, invece, può essere considerato il secolo di maggior prestigio per la società amalfitana: la ricchezza dei traffici, i guadagni e la formazione di grandi patrimoni furono i fattori fondamentali di una profonda evoluzione della società. A partire dalla...

Furore-Agerola: 21-22 aprile è “Coppa della Primavera”, ecco la storia del suggestivo slalom firmato A.C. Salerno

Scritto da (mariaabate), giovedì 19 aprile 2018 21:39:11

Ultimo aggiornamento giovedì 19 aprile 2018 21:39:11

Saranno giornate all'insegna dello sport e dello spettacolo quelle che sabato 21 e domenica 22 aprile animeranno la Costiera amalfitana. Torna, infatti, per la 30esima edizione la "Coppa della Primavera", gara automobilistica nazionale di Slalom in salita. La gara, come lo scorso anno, si svolgerà interamente lungo i gironi del comune di Furore per terminare ad Agerola dove, al termine delle tre manche, si svolgerà la...

Amore, abbandono e vendetta: Conca dei Marini e la leggenda delle Janare

Scritto da (mariaabate), lunedì 16 aprile 2018 15:25:04

Ultimo aggiornamento martedì 17 aprile 2018 22:27:06

Patrimonio immateriale della Costiera Amalfitana sono sicuramente i miti e le leggende che hanno animato i secoli scorsi e che sono giunti a noi come prezioso elemento di un popolo intimamente legato alla cultura del mare e della terra. Il mito delle Janare, che risiedono nel piccolissimo comune di Conca dei Marini, sulla Costiera Amalfitana, è una di queste storie tramandate oralmente da generazione in generazione, storie...

Le antiche varietà di frutta della Costa d'Amalfi, ad Agerola un "giardino del tempo"

Scritto da (mariaabate), sabato 14 aprile 2018 11:58:38

Ultimo aggiornamento sabato 14 aprile 2018 11:58:38

Di Gennaro Pesacane Anche questa è la nostra storia. Fin da piccolo l'argomento mi ha interessato ed ora è giunto il momento di concretizzare la ricerca di tanti anni. Per essere più chiari sto parlando di varietà di frutta antica ancora presente nelle nostre vallate e montagne. Pensate che per qualcuna di esse è possibile addirittura risalire a 2500 anni fa. A Tramonti ho già molte varietà, dal mandarino del Conservatorio...

Masaniello nacque in Costiera Amalfitana e precisamente ad Atrani

Giovanna Grimaldi premiata al concorso “Go Sud” con “Il mito di Masaniello” [Video]

Il video che restituisce ad Atrani la verità storica sulla nascita di Masaniello

Scritto da (admin), martedì 10 aprile 2018 10:30:00

Ultimo aggiornamento martedì 10 aprile 2018 10:47:44

Si è svolta giovedì scorso, 5 aprile, nella Sala del Toro Farnese del MANN di Napoli, la premiazione dei vincitori del concorso "Go Sud" per giovani Videomaker organizzato dal Gruppo del Mezzogiorno dei Cavalieri del lavoro con il patrocinio di MiBACT e dell'ANCI. Tema del concorso è stato "Alla ricerca del possibile nei luoghi della cultura". Presenti alla cerimonia il direttore del MANN, Paolo Giulierini, il Prefetto...

Addio, Tobia. L'ultimo vero pescatore di Amalfi, che non sapeva nuotare

Scritto da (admin), lunedì 9 aprile 2018 21:27:23

Ultimo aggiornamento lunedì 9 aprile 2018 21:27:23

di Sigismondo Nastri (professore e decano del giornalismo in Costiera Amalfitana) E' morto ad Amalfi Tobia (all'anagrafe, Antonio Moretti), un pescatore vero, autentico. Uno che ha cavalcato il mare della Costiera con sudore, con cocciutaggine, con la passione di fare un lavoro, ereditato dagli avi, che rappresentava sostegno quotidiano per la sua famiglia. Di più: un apostolo del mare. Ne aveva il fisico, le caratteristiche...

Sirenuse Journal

La Carta d’Identità di Vincenzo Galani, maître del ristorante "La Sponda" di Positano*

da 37 anni lavora in uno degli alberghi più prestigiosi del mondo

Scritto da (admin), domenica 8 aprile 2018 09:49:26

Ultimo aggiornamento domenica 8 aprile 2018 10:38:06

Nato a: Praiano, il 22 novembre 1960 Lavoro: Maître, ristorante La Sponda, Le Sirenuse Lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, un po' di tedesco Famiglia: sposato da trent'anni (sua moglie è argentina, si sono incontrati a Mar de Plata). Ha due figli, uno al liceo, l'altro uno studente di giurisprudenza. Interessi: scrivere poesie, pescare e coltivare il suo piccolo orto. La sua lunga collaborazione con Le Sirenuse...

Antica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana