Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 21 ore fa S. Beatrice vergine

Date rapide

Oggi: 18 gennaio

Ieri: 17 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Acquista on line i nostri panettoni: la dolcezza a portata di click Sal De Riso Costa d'Amalfi, acquista on line i prodotti artigianali della pasticceria più premiata d'ItaliaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Amalfi News

Acquista on line i nostri panettoni: la dolcezza a portata di click Sal De Riso Costa d'Amalfi, acquista on line i prodotti artigianali della pasticceria più premiata d'ItaliaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Tu sei qui: Economia e TurismoPerché visitare Amalfi: scrigno di bellezza, storia e biodiversità

Economia e Turismo

Costiera Amalfitana, Turismo, Territorio, Tradizioni

Perché visitare Amalfi: scrigno di bellezza, storia e biodiversità

la più antica delle Repubbliche Marinare e meta turistica di assoluta eccellenza

Scritto da (admin), martedì 8 gennaio 2019 16:50:14

Ultimo aggiornamento martedì 8 gennaio 2019 17:33:45

Quando si pensa alla Costiera Amalfitana, la mente giunge subito a Positano, che con Capri è l’emblema della Dolce Vita. Ma la città Capofila di questo splendido angolo di paradiso che è Patrimonio dell’Unesco è Amalfi, che nel Medioevo - con la sua potenza - rese grandi tutte le zone limitrofe.

Proprio per questo suo aspetto storico, Amalfi non è solo bellezza paesaggistica, ma grande fortezza di storia e cultura. Al suo interno si possono trovare, disseminati in tutto il territorio, i segni del grande passato da Repubblica Marinara e poi gli influssi bizantini, longobardi e normanni, traccia delle popolazioni che l’hanno attraversata nel corso dei secoli.

Tant’è che Amalfi è da visitare specialmente in bassa stagione, quando le viuzze sono libere dai turisti da spiaggia e possono essere esplorate in tutta tranquillità. E così, dopo un tuffo al mare, è possibile fermarsi in uno dei tanti templi del gusto che emanano piacevoli odori nei vicoli e nelle piazzette, per poi incamminarsi per Via dei Mulini e fare un salto alle antiche cartiere, fino a giungere nei sentieri ricchi di natura che ancora la caratterizzano.

Appena arrivati ad Amalfi, prima ancora di attraversare il Supportico della Marina, si può visitare l’Arsenale della Repubblica, che ospita il Museo della Bussola e del Ducato Marinaro di Amalfi, riconosciuto di recente di "interesse regionale" (clicca qui per approfondire). Durante tutto l’anno, sotto le grandi volte in pietra si tengono spettacoli canori, convegni culturali e musical storici da non perdere.

Tappa obbligata è il Duomo di Sant’Andrea, che si erge maestoso sulla piazza insieme alla fontana dedicata al Patrono appena restaurata (clicca qui per approfondire). Dopo aver affrontato la maestosa scala, con pochi euro si può entrare nel Chiostro del Paradiso e nella Basilica del Crocifisso per un assaggio di storia mista a fede (clicca qui per approfondire). Ai piedi del Duomo, per una dolce pausa, immancabile la sosta nella Storica Pasticceria Pansa, che valorizza in mille modi il limone IGP Costa d’Amalfi, a partire dalle scorzette fino a giungere alle delizie (clicca qui per approfondire).

Andando avanti per Via Lorenzo d’Amalfi, lungo cui ci si potrà fermare a comprare dei souvenir o gustare un fresco gelato nei numerosi negozi che la costeggiano, si giungerà in Piazza Spirito Santo, dove un presepe "roccioso" resiste imperituro nell’ampia fontana che la contraddistingue. Continuando a salire si incontrerà il Museo della Carta, dove la storia tornerà a farla da padrona con i vecchi torchi e telai per la produzione dell’antica carta fatta di stracci (clicca qui per approfondire). Ma se ci si vuole immergere nella natura basterà proseguire per la stessa strada, fino a giungere alla Valle delle Ferriere, uno scrigno di storia e biodiversità, dove le felci raggiungono i 180 cm di altezza (clicca qui per approfondire).

Ecco perché visitare Amalfi. In una piccola cittadina incastonata tra cielo, mare e terra si nascondono tesori degni di essere conosciuti.

Galleria Fotografica

rank:

Economia e Turismo

Economia e Turismo

La bellezza selvaggia del parco naturale di Capo d'Orso a Maiori

Descrivere la selvaggia bellezza del promontorio di Capo d'Orso e l'irripetibile panorama che si può ammirare dai suoi anfratti è cosa ardua e letterariamente impegnativa. Preferiamo quindi lasciare la parola allo storico Matteo Camera di cui riportiamo un ampio stralcio del saggio-discorso scritto in...

Economia e Turismo

Le Sirenuse di Positano e il Belmond Hotel Caruso di Ravello tra i migliori alberghi al mondo per Condè Nast

La Gold List di quest'anno degli hotel, resort e navi da crociera preferite dai nostri redattori di tutto il mondo ed è la prima lista transatlantica di Traveler, creata dal team di New York e Londra. Si estende su sei continenti e 36 paesi. Una Gold List eccezionale che racchiude il meglio dell'ospitalità...

Economia e Turismo

Ad Amalfi torna il Mercatino del Contadino con i prodotti di stagione

Venerdì 11 gennaio, in piazza Municipio, dalle 8.30 alle 13, c'è la giornata di fiera dedicata esclusivamente ai produttori amalfitani. Si tratta del primo appuntamento del 2019 con i soli produttori locali. Come vogliono il regolamento e lo spirito che animano il Mercatino, la proposta dell'appuntamento...

Economia e Turismo

“Continuum…”: A Cetara la mostra di ceramica di Ugo Marano

Si intitola "Continuum..." ed è la mostra di ceramica di Ugo Marano che sarà inaugurata venerdì 11 gennaio alle 18.30 alla Torre Vicereale di Cetara. Una mostra permanente che è installata nell'ambito del progetto "Museo Vivo", immaginato da Marano nel 1971, quando fece decorare una serie di grandi piatti...

Pasticceria Gambardella a Minori, da oggi le specialità della famosa pasticceria minorese sono acquistabili anche on lineAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana