Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Giuseppe sposo di M.V.

Date rapide

Oggi: 19 marzo

Ieri: 18 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Energia in Costiera Amalfitana: Sicme è il fornitore di Gas e Luce che garantisce affidabilità e supporto direttoPasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Amalfi News

Energia in Costiera Amalfitana: Sicme è il fornitore di Gas e Luce che garantisce affidabilità e supporto direttoPasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Tu sei qui: GourmetSal De Riso e Pansa reinterpretano gli struffoli in chiave amalfitana a “I dolci delle feste”

Gourmet

Sal De Riso e Pansa reinterpretano gli struffoli in chiave amalfitana a “I dolci delle feste”

Esplode la struffolomania in occasione della settima edizione de I Dolci delle Feste dei Grandi Interpreti by Mulino Caputo

Scritto da (mariaabate), giovedì 8 novembre 2018 14:52:26

Ultimo aggiornamento giovedì 8 novembre 2018 14:52:26

Neri, bianchi, nature, ma sempre allegri e festosi. Disposti in spettacolari piramidi, in ricche cornucopie o serviti in fantasiose monoporzioni. Fritti, al forno, farciti e in forma di torta. Hanno davvero dato spazio all'estro i 14 maestri pasticceri invitati a confrontarsi sul tema degli Struffoli 3.0, nel corso della settima edizione de "I Dolci delle Feste dei Grandi Interpreti by Mulino Caputo".

Tra di loro, c'è anche chi ha preferito affidarsi alla ricetta classica (sebbene, in realtà, ne esista una differente per ogni pasticcere) ritenendo che i figli degli στρόγγυλος (strongoulos) greci abbiano già incontrato la loro formula ottimale nella versione napoletana tradizionale, non ulteriormente migliorabile.

Gli struffoli, dolce iconico partenopeo, non poteva trovare scenografia più adatta del Roof Garden del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, circondato da alcuni dei più rappresentativi simboli dello skyline napoletano: il Vesuvio e Capri sullo sfondo, Palazzo Reale, il Maschio Angioino e la Certosa di San Martino a fare da cornice.

L'appuntamento con i "Dolci delle Feste" è diventato un classico delle iniziative dolciarie prefestive, un'occasione nella quale maestri pasticceri, stampa specializzata, operatori del settore e produttori si confrontano sullo stato dell'arte pasticcera, campana e non solo.

Quest'anno, ospite d'onore della manifestazione, è stato il Maestro Luigi Biasetto che, a Padova, gestisce la celebre Pasticceria Biasetto. Vincitore dei più prestigiosi concorsi di pasticceria, tra cui il titolo di Campione del Mondo nel 1997, è membro Relais Desserts dal 2008. Biasetto ha recentemente dato alle stampe il suo ultimo libro: Macaron, edito da Italian Gourmet, e a Napoli ha portato proprio una selezione di Macaron delle Feste, tra cui quelli al Caramello e yuzu, allo Zenzero e wasabi e allo Spritz.

Direttamente dalla Costa d'Amalfi Sal De Riso ha proposto una cascata di struffoli disposti in forma di torta mariage, a sottolineare il valore beneaugurante delle palline di pasta natalizie. Tra i lievitati, che sono tradizionalmente uno dei temi sul quale si confrontano i maestri pasticceri durante la kermesse targata Mulino Caputo, De Riso ha presentato: il Piemontese, farcito con uvetta australiana profumata al Moscato e glassa alle nocciole; l'Annurca, farcito con Melannurca Campana I.G.P., uvetta sultanina australiana e noci di Sorrento e, l'ormai classico, Ginger, con zenzero candito e limone.

I Fratelli Pansa, Andrea e Nicola, dell'omonima pasticceria, locale storico di Amalfi, hanno puntato sulla territorialità con gli Struffoli Amalfitani, ricoperti con miele al limone e scorzette di limoni I.G.P. prodotti nella loro tenuta Villa Paradiso.

Questi gli altri maestri pasticcieri che hanno preso parte all'evento: Alfonso Pepe, di "Pepe Mastro Dolciere" di Sant'Egidio del Monte Albino; Gianluca Ranieri, art creator che ha dato vita a due pasticcerie artigianali al Vomero e a Pozzuoli; Sabatino Sirica, decano della pasticceria napoletana con la sua Pasticceria Sirica di San Giorgio a Cremano; Salvatore Tortora, della partenopea Caffetteria Etoile; Salvatore Varriale, della omonima Pasticceria napoletana; Salvatore Capparelli, della Patisserie Capparelli di Napoli; Pasquale De Simone, executive chef del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo; Mario Di Costanzo, della Pasticceria Di Costanzo in Piazza Cavour a Napoli; Carmine Di Donna, pastry chef del Ristorante stellato Torre del Saracino di Marina d'Equa a Vico Equense; Salvatore Gabbiano, il Maestro della Pasticceria Gabbiano -Dulcis in Pompei; e Marco Infante, erede della dinastia di Leopoldo 1940.

Galleria Fotografica

rank:

Gourmet

Gourmet

Food for Soul: Ristorante al Convento di Cetara, cena di solidarietà con Massimo Bottura

Un terzo del cibo prodotto viene sprecato, quasi un miliardo di persone soffrono di malnutrizione, lo spreco e l'insicurezza alimentare sono due facce della stessa medaglia. Food for Soul nasce nel 2016 con lo scopo di incoraggiare organizzazioni pubbliche, private e no-profit a creare e sostenere mense...

Gourmet

"Personaggio dell'anno enogastronomia 2018", il sondaggio di Italia a Tavola: al terzo turno Sal De Riso dovrà vedersela con il suo maestro Iginio Massari

Giunto alla 11a edizione il sondaggio online "Personaggio dell'anno dell'enogastronomia e dell'accoglienza" non si propone si stilare classifiche di merito, ma solo lasciare al pubblico la possibilità di votare chi ha rappresentato al meglio il settore dell'Horeca e dell'enogastronomia italiana nel 2018....

Gourmet

Tramonti e la sua pizza protagonisti dello Speciale de “Il Mattino” nella Giornata mondiale dei pizzaioli

È definita "repubblica dei pizzaioli emigranti" nello Speciale de "Il Mattino" in edicola oggi, 17 gennaio, nella Giornata mondiale del pizzaiolo. Tramonti, l'unica a vantare una pizza con la De.Co. (denominazione comunale) e la prima ad aderire alla petizione per ottenere il riconoscimento Unesco, è...

Gourmet

A Tramonti Luciano Pignataro presenta il suo nuovo libro sulla pizza

Piatto tipico della cucina napoletana, la pizza è oggi l'alimento italiano più conosciuto all'estero: dopo un lungo iter, nel 2017, l'Unesco l'ha dichiarata "Patrimonio dell'umanità", a conferma del suo importante ruolo riconosciuto in tutto il mondo (Tramonti è stato il primo comune in Italia che ha...

Sicme Energy & Gas, il partner gas e luce in Costiera AmalfitanaPasticceria Gambardella a Minori, da oggi le specialità della famosa pasticceria minorese sono acquistabili anche on lineAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana