Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi Il Magazine della Costa d'Amalfi

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury HotelPasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Sunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Flusso di CoscienzaSuccesso a Cetara per la giornata sulla Shoah: “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyVilla Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Zia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad Amalfi

Flusso di Coscienza

Cetara, Shoah, costiera amalfitana

Successo a Cetara per la giornata sulla Shoah: “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”

Settimia Spizzichino, deportata ebrea italiana superstite, memoria storica della Shoah italiana, amava Cetara e scelse quel vicolo della piazzetta come sua dimora di pace, un piccolo rifugio dai suoi incancellabili ricordi

Inserito da (Maria Abate), mercoledì 29 gennaio 2020 10:31:16

Un'intensa giornata trascorsa tra riflessioni, racconti e ricordi ha segnato forte l'incontro dell'Amministrazione comunale con gli studenti della scuola di Cetara, ieri, in piazzetta Cantone, con il parroco Don Andrea Caputo, ricordando Settimia Spizzichino, deportata ebrea italiana superstite, memoria storica della Shoah italiana. Amava Cetara e scelse quel vicolo della piazzetta come sua dimora di pace, un piccolo rifugio dai suoi incancellabili ricordi. Settimia non c‘è più, ma i suoi racconti sono ancora testimonianza viva grazie ad Angela De Vivo, sua fraterna amica che mai come oggi sente il dovere di raccontare la sua adolescenza rubata.

«È stato bello vedere i ragazzi, molto coinvolti nella riflessione e discussione di un tema, che resterà per sempre una delle pagini più drammatiche della nostra storia - si legge sulla pagina Facebook istituzionale del Comune di Cetara -. È importante che i giovani, accompagnati dai loro genitori e dalle istituzioni, attraverso questi incontri si confrontino con il passato e con i suoi drammi, per innescare una riflessione necessaria sui temi della tolleranza, della violenza e dell'integrazione. Grazie alla compagnia Fusion, per aver saputo raccontare attraverso il linguaggio della corpo e della danza, un tema così difficile da affrontare con dei bambini. Ma alla fine del di questo interminabile tunnel dell'orrore una luce esiste. È così che termine lo spettacolo. Con un bellissimo messaggio di speranza che vogliamo qui condividere con tutti voi».

 

La felicità di Roberto Benigni.

 

La felicità. cercatela, tutti i giorni, continuamente, anzi chiunque mi ascolti ora, si metta in cerca della felicità, ora in questo momento stesso perché è lì, ce l'avete, ce l'abbiamo, perché l'hanno data a tutti noi, ce l'hanno data in dono quando eravamo piccoli, ce l'hanno data in regalo, in dote ed era un regalo così bello che l'abbiamo nascosto, come fanno i cani con l'osso quando lo nascondono, e molti di noi lo hanno nascosto così bene, che non si ricordano dove l'hanno messo, ma ce l'abbiamo, ce l'avete. Guardate in tutti i ripostigli, gli scaffali, gli scomparti della vostra anima, buttate tutto all'aria, i cassetti, i comodini che c'avete dentro, vedrete che esce fuori. C'è la felicità, provate a voltarvi di scatto, magari la pigliate di sorpresa, ma è li. Dobbiamo pensarci sempre alla felicità, e anche se lei qualche volta si dimentica di noi, noi non ci dobbiamo mai dimenticare di lei, fino all'ultimo giorno della nostra vita.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Amalfi News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103019101

Flusso di Coscienza

Benedetta Parodi, dopo Amalfi e Capri saluta la Divina con foto ricordo da Positano /foto

Si è conclusa la breve vacanza in Costiera Amalfitana di Benedetta Parodi che, accompagnata dalle sue figlie Matilde ed Elisabetta, ha coinvolto i suoi follower con emozionanti post e storie... quasi in realt time. L'engagement scatenato da Ziabene (questo il suo nick su Instagram), il cui stile di comunicazione...

Costiera Amalfitana. In che modo il covid-19 ha cambiato la nostra vita? La riflessione di una giovane studentessa

di Federica Carrano* studentessa in giurisprudenza Prima che la pandemia potesse assorbire e relativizzare il tempo a disposizione di ognuno di noi, la nostra sembrava una vita abitudinaria con tragitti prestabiliti, appuntamenti riportati con cura sugli smartphone e sulle agende, insomma eravamo noi...

Vietri sul Mare, grazie alla solidarietà dei concittadini Malik può tornare dalla sua famiglia in Senegal

A Vietri sul Mare si è appena realizzato un gesto di grande solidarietà, proprio nel giorno dopo le festività natalizie. Malik è un ragazzo di origini senegalesi che vive da anni nella Città della Ceramica. Suo fratello, noto in paese col soprannome di "Scarrafone", aveva una bancarella in Vicolo Passariello...

Ad Amalfi sessanta scarpe rosse in memoria delle vittime di femminicidio del 2020. E stasera s'illumina il Duomo

Stasera il Duomo di Amalfi si illuminerà di rosso, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne. Sulle scale, sono state posizionate 60 paia di scarpe rosse, quante le vittime di femminicidio in Italia nel 2020. L'idea è ispirata ad un'installazione dell'artista messicana Elina...

"Il mio Paese ce la sta facendo", lo scritto dell'architetto De Iuliis dedicato a chi ce la sta mettendo tutta

di Christian De Iuliis* Oggi, sabato, mi sono svegliato presto. Ma anche se non lo avessi fatto, ci avrebbe pensato il passaggio della macchina che spargeva il disinfettante, alle sette e trenta. Sono emozionato: oggi la spesa settimanale tocca a me. Tranne un blitz in farmacia, effettuato nell'oscurità,...