Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Albino vescovo

Date rapide

Oggi: 1 marzo

Ieri: 29 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi Il Magazine della Costa d'Amalfi

Small Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAOfferta Granato Caffè a cialde con macchina FrogHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMaurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Storia e StorieLa Ravello delle Ville, immagine di ricchezza e potenza

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyVilla Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Zia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad Amalfi

Storia e Storie

Ravello, Costiera Amalfitana, storia, libro, cultura

La Ravello delle Ville, immagine di ricchezza e potenza

Tratto da "In viaggio con Wagner: Sulle orme del Parsifal" di Miriam Cipriani

Inserito da (Maria Abate), mercoledì 10 ottobre 2018 18:33:11

Ravello è uno degli splendidi piccoli paesi posti al centro della Costiera Amalfitana, maestosamente incastonato tra le ripide pareti nella costa meridionale della penisola sorrentina che chiude il Golfo di Napoli protendendosi verso l'isola di Capri.

Magnifica vista sul mare, luoghi ricchi di storia e di magica atmosfera, rilievi aspri e selvaggi alternati a manti verdi di faggi e castagni che sfumano verso le pendici più basse caratterizzate da ampi terrazzamenti usati per la coltivazione della vite e dell'ulivo, le caratteristiche "pagliarelle", pergolati che da secoli continuano ad essere realizzati con paziente lavoro, profumi inebrianti di aranceti e limoneti. È proprio la persistenza dell'attività agricola che ha permesso di conservare integro uno dei tratti di costa più suggestivi in Italia. Le alte pareti di tufo dei Monti Lattari che si tuffano nel mare, catturano i riflessi del sole e assumono tinte brillanti o tenui riflessi a seconda delle ore del giorno o delle stagioni.

Nonostante la componente ambientale sia certamente prevalente, tutta la costiera è ricca di monumenti e reperti archeologici che ne testimoniano l'importanza storica e culturale: da avamposto greco, alla dominazione romana, normanna e spagnola, alle vicende della Repubblica marinara di Amalfi, alla lotta plurisecolare contro i saraceni testimoniata dalla presenza delle caratteristiche torri che sorgono lungo tutto l'arco costiero.

Nel 1137 Bernardo da Chiaravalle definiva la città "antichissima, munitissima e inespugnabile, oltre che opulentissima, tanto bella che si può facilmente annoverare tra le prime e nobili città". Non meraviglia perciò se poeti e musicisti, nei secoli, siano rimasti incantati dai suoi vicoli pittoreschi, dai giardini pensili, dallo straordinario equilibrio tra bellezza artistica e paesaggistica e ne abbiano raccolto suggestioni peri loro capolavori. Lo stesso Giovanni Boccaccio ne dà conferma e ampia sottolineatura nel Decamerone, nel quale, tra l'altro, scrive: "Credesi che la marina da Reggio a Gaeta sia quasi la più dilettevole parte dell'Italia; nella quale assai presso a Salerno è una costa sopra il mare riguardante, la quale gli abitanti chiamano la costa d'Amalfi, piena di piccole città, di giardini e fontane e d'uomini ricchi tralle quali cittadette ve n'è una chiamata Ravello, nella quale, come che oggi v'abbia di ricchi uomini, ve n'ebbe già uno il quale fu ricchissimo, chiamato Landolfo Rufolo".

Furono proprio gli splendidi giardini di Villa Rufolo a sedurre Richard Wagner, quando nella primavera del 1880 giunse a Ravello insieme alla sua famiglia e al suo amico, scenografo e pittore Joukovsky, forse suggestionato dalla lettura degli scritti di Bernardo di Chiaravalle, nel suo tentativo di ricercare quante più notizie possibili sul tema del Graal. All'epoca il musicista tedesco, terminata la stesura in prosa del Parsifal, lavorava alla sua orchestrazione ed è del tutto evidente come per la realizzazione scenografica del Giardino di Klingsor (secondo Atto del Parsifal), abbia giocato un ruolo determinante la meraviglia provata alla vista dei giardini della villa.

[...] Dal cortile di Villa Rufolo, fatto a imitazione di un chiostro conventuale e passando per la chiesa di San Francesco fondata, secondo la tradizione, proprio dal "Poverello di Assisi", si raggiunge prima la chiesa di Santa Chiara, con l'attiguo monastero trecentesco e le otto celle di clausura e dopo una gradevole passeggiata, Villa Cimbrone. La Villa, ispirata ai temi mitologici, è situata nel punto più sporgente dello sperone sul quale sorge Ravello e gode di una posizione panoramica splendida. Di proprietà della famiglia Vuilleumier dal dopoguerra, da qualche anno è un hotel prestigioso che continua a ospitare personaggi illustri o semplicemente persone alla ricerca di un luogo raffinato e tranquillo.

Ravello offre anche magnifici monumenti, come la chiesa romanica di Santa Maria a Gradillo, del XII secolo, posta proprio all'ingresso del paese o la magnifica cattedrale di San Pantaleone, fatta costruire nel 1087 per volontà della famiglia dei nobili Rufolo.

 

Particolare attenzione merita inoltre il Duomo, bella ed interessante creazione d'epoca altoromanica, che conserva ancora intatta una splendida porta in bronzo realizzata da Barisano da Trani nel 1179 e l'altrettanto splendido "pergamo" di Niccolò di Bartolomeo da Foggia, risalente al XIII secolo. Il Duomo ospita all'interno della Cripta un Museo straordinario ricco di sculture e capolavori di oreficeria medievali, dove sono conservati marmi risalenti all'epoca romana tra i quali un sarcofago risalente agli anni di Gallieno, accanto al busto di Sigilgaida Rufolo del XIII secolo e al reliquiario di 5. Barbara con una caratteristica forma di busto in argento.

Straordinario e unico nel suo genere è poi il Museo del Corallo, fondato nel 1986, che espone una magnifica rassegna di raffinati manufatti in corallo realizzati in un periodo che va dall'epoca romana fino al secolo scorso e poi cammei, madreperle e conchiglie, incise tutte abilmente ad opera degli artigiani locali.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Amalfi News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

La Ravello delle Ville, immagine di ricchezza e potenza

rank: 103823107

Storia e Storie

Amalfi, Atrani e Sorrento negli anni trenta: le immagini di Paul Schulz / FOTO

Allegando le vedute, di proprietà della Fototeca della Biblioteca di Stato della Sassonia, il gruppo Cava Storie propone immagini dedicate ad Amalfi, Atrani e Sorrento, tre città incluse in quel "braccio" di terra che unisce le due Costiere e divide i golfi di Napoli e Salerno. L'autore, il tedesco Paul...

Gli anni ottanta di Amalfi, Atrani, Ravello e Scala nelle fotografie di Keld Helmer-Petersen

di Cava Storie Keld Helmer-Petersen (1920-2013) è stato un fotografo danese che ebbe buon successo in patria e in ambito internazionale, grazie alle foto a colori realizzate intorno la metà del Novecento. Il percorso iniziale di Helmer-Petersen fu da semplice autodidatta, in seguito si cimentò con lo...

Amalfi, i mille volti del Duomo e della sua piazza nei disegni ottocenteschi / FOTO

Il Duomo di Amalfi ha subito, nel tempo, numerosi cambiamenti. In particolare l'ultimo trentennio dell'800, quando, a seguito di un crollo del frontale, avvenuto agli inizi degli anni sessanta del predetto secolo, vennero attivati importanti lavori fino al 1895. Il gruppo Cava storie, che ha lo scopo...

La Costiera Amalfitana negli anni cinquanta negli scatti realizzati da una fotografa tedesca

L'archivio della Biblioteca Hertziana - Istituto Max Planck di Roma è ricco di materiale riguardante luoghi d'interesse storico e artistico, tra cui una vasta collezione di immagini. Queste includono donazioni di fotografi e viaggiatori, come Ursula Wachtel, che ha realizzato migliaia di diapositive...

Positano il 31 dicembre 2014 si svegliava così: le immagini di Fabio Fusco

Nell'incantevole scenario della Costiera Amalfitana, Positano salutava l'ultimo giorno dell'anno in una maniera straordinariamente insolita nel 2014. Sono passati quasi 10 anni dall'inattesa nevicata che imbiancò la città verticale e le sue pittoresche stradine il 31 dicembre del 2014. Oggi invece le...

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.