Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Amalfi News

Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Tu sei qui: Storia e StorieLa processione di Sant’Andrea di Amalfi ne “La macchina ammazzacattivi” di Rossellini

Storia e Storie

La processione di Sant’Andrea di Amalfi ne “La macchina ammazzacattivi” di Rossellini

Scritto da (mariaabate), venerdì 30 novembre 2018 13:58:09

Ultimo aggiornamento venerdì 30 novembre 2018 15:54:29

Diventa lecito pensare di essere portatore della volontà di Sant'Andrea se improvvisamente ti accorgi di avere un potere sovrannaturale, specie se ti trovi nella città che ospita le sue spoglie. Al fotografo Celestino, assai devoto al Patrono di Amalfi, capita che, dopo l'incontro nella notte della festa con un vecchietto - che alla fine si rivelerà essere il demonio -, possa decidere di far morire una persona scattandogli una foto tramite una prima foto che la ritrae.

La Corsa di Sant'Andrea doveva aver suscitato una certa curiosità in Roberto Rossellini, che nel film La macchina ammazzacattivi, girato tra Atrani, Amalfi e Maiori dal 1948 al 1952, dà importanza a quella che per gli Amalfitani era una tradizione acquisita soltanto di recente (nel 1946; clicca qui). Una scena che, superati gli ostacoli che la critica e il pubblico dell'epoca interponevano al film, contribuì alla sua fama e consacrò al tempo stesso la tradizione nel borgo costiero.

Proprio i festeggiamenti di Sant'Andrea costituiscono il punto di partenza dell'azione, con la figura del vecchietto dalla barba lunga e lo sguardo sospetto che si mescola - sapientemente ripreso dalla telecamera - tra la folla, per poi chiedere ospitalità a Celestino. La macchina che uccide i cattivi rappresenterebbe il terrore di appropriarsi, attraverso il cinema, di una visione del reale peccaminosa e non conforme al mondo così com'è stato codificato dal senso comune. Un messaggio nuovo arriva da Rossellini, maestro del Neorealismo. Ecco perché l'iniziale disapprovazione.Alla fine, però, il fotografo - che nel frattempo ha fatto "pulizia" delle persone a suo parere cattive - scoprirà che a dotarlo di quel potere non era stato Sant'Andrea, che non gli avrebbe permesso di uccidere nessuno, e che, soprattutto, si trattava in realtà di uno strano sogno.

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

Benvenuto Andrea Pansa

Amalfi dà il benvenuto al piccolo Andrea Pansa, terzogenito di Nicola e Monica Cascone, venuto alla luce ieri sera poco prima della mezzanotte al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense. Il piccolo, che pesa 3300 grammi, sta bene, come mamma Monica, per la...

Storia e Storie

L'uomo non divida ciò che il mare ha unito: una singolare storia di un grande personaggio della Costa d'Amalfi raccontata da Pierluigi Califano

"Questa mattina ad Amalfi il mare agitato ha portato questo tronco. È bellissimo e mi ricorda un episodio "magico" di quando ero ragazzo. Due tronchi simili, più piccoli, furono portati dal mare alla Praia. Luca il proprietario dell'Africana li prese e li portò nel suo locale dove rimasero appesi alle...

Storia e Storie

La nascita storica (e leggendaria) del digestivo in Costiera Amalfitana

In una notte tempestosa, verso la metà del IX secolo, un pellegrino greco di nome Pontus cercò rifugio sotto un acquedotto romano lungo la Costiera Amalfitana. La violenta pioggia portava con sé detriti che schizzavano dappertutto: Pontus era rimasto ferito al braccio. Proprio mentre cercava una cura...

Storia e Storie

Da Tramonti in giro per il mondo: Giovanni De Rosa e il suo “VagaBonded” in TV da Licia Colò

È stato presentato soltanto lo scorso settembre il blog di viaggi di Giovanni De Rosa, giovane fotografo di Tramonti con la passione per le escursioni. Ed ha già ottenuto ottimi riscontri, specie con la partecipazione, lo scorso 13 gennaio, a "Il mondo insieme" di Licia Colò su Tv Sat 2000. Con la Colò...

Pasticceria Gambardella a Minori, da oggi le specialità della famosa pasticceria minorese sono acquistabili anche on lineAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana