Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Amalfi News

Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'AmalfiAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Tu sei qui: Storia e StorieLa nascita storica (e leggendaria) del digestivo in Costiera Amalfitana

Storia e Storie

La nascita storica (e leggendaria) del digestivo in Costiera Amalfitana

Da processo a fini medici, la distillazione diviene madre dei liquori alle noci, al finocchietto e al limone

Scritto da (mariaabate), domenica 20 gennaio 2019 11:41:18

Ultimo aggiornamento domenica 20 gennaio 2019 13:16:42

In una notte tempestosa, verso la metà del IX secolo, un pellegrino greco di nome Pontus cercò rifugio sotto un acquedotto romano lungo la Costiera Amalfitana. La violenta pioggia portava con sé detriti che schizzavano dappertutto: Pontus era rimasto ferito al braccio. Proprio mentre cercava una cura efficace per la sua ferita, notò che anche un altro viaggiatore italiano chiamato Salernus era ferito, ma stava applicando medicazioni innovative alla sua ferita. Combattendo le superstizioni e abbracciando la sua curiosità medica, Pontus si avvicinò a Salernus per ispezionare la sua tecnica di bendaggio. Mentre Salernus spiegava i suoi metodi al greco, altri due viaggiatori, Helinus, un ebreo, e Abela, un arabo, passarono sotto lo stesso acquedotto. Con la loro conoscenza collettiva della medicina, i quattro uomini si medicarono le ferite l'un l'altro.

Così narra la leggenda, ma trae spunto dalla realtà per esprimere l'incontro di culture necessario alla nascita della Scuola Medica Salernitana. Leggende a parte, fu qui che furono inventate e praticate le tecniche di sterilizzazione degli strumenti, l'anestesia e la chirurgia invasiva precoce. Ed è stato qui che è stato inventato il moderno processo di distillazione dell'alcol. Prima dell'invenzione della distillazione, le bevande alcoliche venivano ottenute con il processo di fermentazione.

A quel tempo, il ducato di Amalfi era uno stato marittimo fiorente il cui successo era dovuto in gran parte alla mescolanza intellettuale e commerciale delle migliori menti del mondo latino, greco, ebraico e arabo. Menti che confluirono necessariamente alla Scuola di Salerno, dove si iniziò a distillare il vino per usare l'alcol a uso medico, ottenendo l'acquavite. Gli usi dell'acquavite, infatti, includevano anche la sterilizzazione e l'anestesia.

Negli anni a venire l'alcol, che inizialmente era utilizzato per curare e sterilizzare i pazienti morenti, si è trasformato in diletto e non era raro incontrare gente ubriaca per strada. Il Rinascimento ha introdotto un periodo di crescita, scoperta e rinnovamento in tutta Europa, e la Costiera Amalfitana non ha fatto eccezione. I contadini della zona iniziarono a sperimentare la macerazione di prodotti locali, sia selvatici che coltivati, in alcool distillato per creare liquori utili per favorire la digestione. Alla fine, mescolarono noci e cannella con la grappa per fare il nocino, i fiori e i semi del finocchio per il finocchietto, le scorze di limone per fare il celebre limoncello.

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

Benvenuto Andrea Pansa

Amalfi dà il benvenuto al piccolo Andrea Pansa, terzogenito di Nicola e Monica Cascone, venuto alla luce ieri sera poco prima della mezzanotte al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense. Il piccolo, che pesa 3300 grammi, sta bene, come mamma Monica, per la...

Storia e Storie

L'uomo non divida ciò che il mare ha unito: una singolare storia di un grande personaggio della Costa d'Amalfi raccontata da Pierluigi Califano

"Questa mattina ad Amalfi il mare agitato ha portato questo tronco. È bellissimo e mi ricorda un episodio "magico" di quando ero ragazzo. Due tronchi simili, più piccoli, furono portati dal mare alla Praia. Luca il proprietario dell'Africana li prese e li portò nel suo locale dove rimasero appesi alle...

Storia e Storie

Da Tramonti in giro per il mondo: Giovanni De Rosa e il suo “VagaBonded” in TV da Licia Colò

È stato presentato soltanto lo scorso settembre il blog di viaggi di Giovanni De Rosa, giovane fotografo di Tramonti con la passione per le escursioni. Ed ha già ottenuto ottimi riscontri, specie con la partecipazione, lo scorso 13 gennaio, a "Il mondo insieme" di Licia Colò su Tv Sat 2000. Con la Colò...

Storia e Storie

Un memorial in ricordo di Fabio Borgese

di Mario Pisani* Spesso si dice che chi muore vive nei nostri ricordi, ed è questa una grande verità. Ad un anno di distanza, da quel giorno funesto, la comunità costiera ha celebrato la memoria di Fabio Borgese, il giovane amalfitano morto prematuramente. Qualche giorno fa, infatti, una delegazione...

Pasticceria Gambardella a Minori, da oggi le specialità della famosa pasticceria minorese sono acquistabili anche on lineAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana