Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 21 ore fa S. Beatrice vergine

Date rapide

Oggi: 18 gennaio

Ieri: 17 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Acquista on line i nostri panettoni: la dolcezza a portata di click Sal De Riso Costa d'Amalfi, acquista on line i prodotti artigianali della pasticceria più premiata d'ItaliaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Amalfi News

Acquista on line i nostri panettoni: la dolcezza a portata di click Sal De Riso Costa d'Amalfi, acquista on line i prodotti artigianali della pasticceria più premiata d'ItaliaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Tu sei qui: Storia e StorieIl 6 gennaio la Befana fa tappa anche in Costa d'Amalfi, ma quali sono le origini di questa figura mitica?

Storia e Storie

Il 6 gennaio la Befana fa tappa anche in Costa d'Amalfi, ma quali sono le origini di questa figura mitica?

Scritto da (mariaabate), sabato 5 gennaio 2019 16:01:48

Ultimo aggiornamento sabato 5 gennaio 2019 16:01:48

Il 6 gennaio, in Costa d'Amalfi la Befana farà tappa a Vietri sul Mare (nel Centro storico alle 11 e nel Borgo Marina alle 20:30); a Cetara (in Largo Marina alle 11) e a Tramonti (nel borgo di Novella alle 18), per la gioia di tutti i bambini.

Ma chi è questo personaggio così caratteristico che spinge i bambini ad essere più buoni per scongiurare il carbone?

«Befana» non è altro che la forma dialettale di «Epifania», una festa che ha origini pagane. Già gli antichi Romani celebravano l'inizio d'anno con feste in onore al dio Giano e alla dea Strenia (e di qui la parola «strenna» come sinonimo di regalo). Queste feste, chiamate «Sigillaria», prevedevano lo scambio di auguri e doni in forma di statuette, le «sigilla», che potevano essere d'argilla, di bronzo e perfino d'oro e d'argento. Le Sigillaria erano attese soprattutto dai bambini che ricevevano in dono i loro sigilla (di solito di pasta dolce) in forma di bamboline e animaletti. Questa tradizione di doni e auguri si radicò così profondamente nella gente, che persino la Chiesa dovette tollerarla e adattarla alla sua dottrina.

In epoca medioevale si dà molta importanza al periodo compreso tra il Natale e il 6 gennaio, in cui l'Epifania è anche chiamata la "Dodicesima notte". Si tratta del periodo che viene subito dopo la seminagione, pieno di speranze e di aspettative per il raccolto futuro, da cui dipende la sopravvivenza nel nuovo anno. In quelle dodici notti il popolo contadino credeva di vedere volare Diana, la dea della fertilità, con un gruppo più o meno numeroso di donne, sopra i campi appena seminati, per rendere fertili le campagne. Credenza che la Chiesa cristiana condannò duramente dichiarando queste figure femminili "Figlie di Satana": nasce da qui la tradizione diffusa in tutta Europa che il tempo tra Natale ed Epifania sia da ritenersi propizio alle streghe.

È proprio da Strenia e Diana che ha origine la Befana, una strega di buon cuore che lascia ai bambini dolci o carbone. Nella Befana si fondono tutti gli elementi della tradizione: la generosità della dea Strenia, la fertilità della dea Diana e l'aspetto da strega dovuto alla condanna della Chiesa.

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

Da Tramonti in giro per il mondo: Giovanni De Rosa e il suo “VagaBonded” in TV da Licia Colò

È stato presentato soltanto lo scorso settembre il blog di viaggi di Giovanni De Rosa, giovane fotografo di Tramonti con la passione per le escursioni. Ed ha già ottenuto ottimi riscontri, specie con la partecipazione, lo scorso 13 gennaio, a "Il mondo insieme" di Licia Colò su Tv Sat 2000. Con la Colò...

Storia e Storie

Un memorial in ricordo di Fabio Borgese

di Mario Pisani* Spesso si dice che chi muore vive nei nostri ricordi, ed è questa una grande verità. Ad un anno di distanza, da quel giorno funesto, la comunità costiera ha celebrato la memoria di Fabio Borgese, il giovane amalfitano morto prematuramente. Qualche giorno fa, infatti, una delegazione...

Storia e Storie

La fantastica esperienza dell'Erasmus Plus in Costa d'Amalfi con ACARBIO raccontata da Jarek

«La Costiera Amalfitana è, senza dubbio, uno dei luoghi più belli del mondo», esordisce così Jarek Stawarz, giovane polacco che ha vissuto l’interessante esperienza di un Erasmus Plus a Tramonti, grazie all’Associazione ACARBIO. Il suo Erasmus è giunto al termine e Jarek è tornato a casa, anche se non...

Storia e Storie

“La fiancée d'Amalfi”: un romanzo di passione e segreti ambientato in Costiera

In Italia è stato tradotto col titolo "Fascino italiano" e pubblicato nel 2016 per la collana "Harmony" di Harper Collins. Si tratta del romanzo rosa della scrittrice francese Ann Major intitolato "La fiancée d'Amalfi", che racconta di un amore inaspettato in Costiera. Sì, perché non c'è solo Amalfi...

Pasticceria Gambardella a Minori, da oggi le specialità della famosa pasticceria minorese sono acquistabili anche on lineAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana