Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Isidoro vescovo e martire

Date rapide

Oggi: 4 aprile

Ieri: 3 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'AmalfiAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaEnergia in Costiera Amalfitana: Sicme è il fornitore di Gas e Luce che garantisce affidabilità e supporto direttoGranato Caffè tutto il gusto del caffè espresso Napoletano - vendita e assistenza diretta in Costiera AmalfitanaSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa è il luogo dove la magia incontra la dolcezza, ad Amalfi tutto il buono della Costiera Amalfitana a portata di ClickCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Hotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Amalfi News

Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaEnergia in Costiera Amalfitana: Sicme è il fornitore di Gas e Luce che garantisce affidabilità e supporto direttoGranato Caffè tutto il gusto del caffè espresso Napoletano - vendita e assistenza diretta in Costiera AmalfitanaSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa è il luogo dove la magia incontra la dolcezza, ad Amalfi tutto il buono della Costiera Amalfitana a portata di ClickCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Hotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi

Tu sei qui: Storia e StorieFurore e le sue origini: la furia degli abitanti contro il diavolo secondo la leggenda

Storia e Storie

Furore, Costiera amalfitana, Fiordo, Diavolo, leggenda, cultura

Furore e le sue origini: la furia degli abitanti contro il diavolo secondo la leggenda

Secondo le leggende popolari, il luogo si sarebbe chiamato Terra Furoris proprio in riferimento ai suoi abitanti, che reagirono in modo particolarmente "furioso" alla presenza del diavolo in persona (Tratto da "In viaggio con Wagner: Sulle orme del Parsifal" di Miriam Cipriani)

Scritto da (mariaabate), domenica 14 ottobre 2018 14:21:53

Ultimo aggiornamento lunedì 2 settembre 2019 16:31:21

Furore è un piccolo comune che conta meno di mille anime con caratteristiche case in pietra sparse lungo il Vallone. Come molti paesi della Costiera Amalfitana, è caratterizzato da una zona abitata lungo il costone, fatta di case disseminate di fatto "invisibili" a chi percorre la strada costiera, e da un secondo nucleo sulla costa, presso la marina di Furore o "Fiordo" che tra l'altro, è l'unico fiordo dell'Europa meridionale.

La struttura urbanistica è peculiare: mancano quasi totalmente le piazze o anche semplici slarghi, le case sono spesso addossate le une alle altre in piccoli gruppi separate da viuzze scolpite nella roccia che i locali chiamano "ronchi".

I mulini e le cartiere alimentate dalle acque del ruscello Schiato, lo stesso borgo dei pescatori, conferiscono al Fiordo un fascino particolare. Negli anni più recenti, infine, un'attività di valorizzazione "colta" del tessuto urbano ha portato a reinterpretare in chiave artistica il "muro a secco", l'elemento costruttivo tipico della zona, promuovendo la realizzazione di murales che raccontano storie e leggende popolari, scene di vita agricola e che conferiscono al paese l'aspetto di una vera e propria galleria d'arte a cielo aperto.

 

Sull'origine di Furore poco si sa e forse ancor meno sull'origine del singolare nome. Notizie storiche si sovrappongono a storie locali.

Le più antiche notizie storiche rinvenute risalgono al 1752, data di compilazione del catasto Carolino, quando Furore ottiene un posto nella mappa della costiera. Viene descritto come una piccola comunità sparsa sul territorio, priva di terreni coltivabili, probabilmente costituita da alcuni abitanti esuli da Amalfi perché "non graditi", dediti principalmente alla pastorizia ed all'artigianato. Qui si innestano le leggende popolari, secondo le quali il luogo si sarebbe chiamato Terra Furoris proprio in riferimento ai suoi abitanti, che reagirono in modo particolarmente "furioso" alla presenza, non si sa bene perché e in quale circostanza, del diavolo in persona. I locali raccontano con orgoglio che i Furoresi scacciarono in malo modo il diavolo, il quale per vendicarsi avrebbe voluto lasciare all'ingresso del paese una quantità notevole di feci. Pare si comportò "Alla bona" utilizzando dopo l'azione la prima erba a disposizione. Sfortunatamente si trattava di ortica. Il diavolo se ne andò bestemmiando e battendo i piedi a terra con violenza, lasciando un'impronta che ancora oggi è chiamata "pedata".

Secondo altre leggende i Furoresi avrebbero maltrattato anche le statue di tre Santi protettori: "Santo Jaco, Sant‘Agnelo e Sant'Elia"; il primo buttato in mezzo alla piazza, forse perché considerato "miezo pazzo", il secondo ritenuto "malandrino" meritò di essere scagliato nel vuoto nella valle oggi chiamata "Vottara" e il terzo, nonostante fosse etichettato semplicemente come "puveriello", meritò comunque di essere scagliato in mare dalla Portella.

Leggende a parte, il fortissimo rumore prodotto dal mare che si infrange all‘imboccatura del Fiordo durante le tempeste, magari amplificato dal silenzio assoluto della notte, fanno ben meritare il nome a questo pittoresco paese.

 

(Tratto da "In viaggio con Wagner: Sulle orme del Parsifal" di Miriam Cipriani)

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Amalfi News!

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

La “campana”, un gioco per bambini da riprendere per non stare tutto il tempo sul divano

La campana, in Costiera Amalfitana detta anche settimana perché costituita da sette caselle, è un gioco per bambini che può avere uno o più partecipanti. Proprio in questi giorni è stata rilanciata dal positanese Fabio Fusco, che sulla terrazza di casa sua ha tracciato con un gessetto le caselle in cui...

Storia e Storie

«Tu, così piccolo, pretendi di spegnere le fiamme?», in Costa d’Amalfi “I Colibrì” fanno la loro parte /VIDEO

Fin dal primo giorno dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, i volontari della pubblica assistenza "I Colibrì" sono impegnati sul territorio di Tramonti e della Costa d'Amalfi con numerose iniziative. Farmaci e viveri a domicilio, banco alimentare, trasporto pazienti per visite specialistiche, supporto...

Storia e Storie

Le vedute di Ravello della Scuola di Posillipo tornano a casa, a breve in mostra a Villa Rufolo

Lo scorso 20 dicembre la Fondazione Ravello aveva acquistato all'asta della Mallié-Arcelin, a Parigi, le opere appartenute a Sir Francis Nevile Reid, della collezione "Photografies, manuscrits et dessins du Palais Rufolo à Ravello". Si tratta di opere che raffigurano vedute di Ravello riguardanti Villa...

Storia e Storie

"Wolfskin": presto il libro di Emilia Filocamo di Ravello sarà un film

Wolfskin è il libro in lingua inglese (in seguito tradotto in italiano) che Emilia Filocamo, originaria di Ravello, ha pubblicato nel 2009, il cui titolo rimanda alla "pelle del lupo" (una pelliccia abbandonata) che suo nonno le raccontava fosse stata lasciata dall'animale che si aggirava per Ravello...

Sicme Energy & Gas, il partner gas e luce in Costiera AmalfitanaGenea consorzio stabile, progettazione, efficientamento energetico, impianti fotovoltaiciVendita, fornitura e assistenza di macchine per caffè, cialde, caffè in capsule, Caffè Granato la garanzia di un espresso di assoluta eccellenza in Costiera AmalfitanaZia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad AmalfiAntica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana