Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Amalfi News - Il Magazine della Costa d'Amalfi Il Magazine della Costa d'Amalfi

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury HotelPasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Sunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Storia e StorieAmalfi: rinvenuti in mare reperti archeologici di varie epoche, i più preziosi saranno esposti in Arsenale

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyVilla Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Zia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad Amalfi

Storia e Storie

Amalfi, museo, reperti, rinvenimento, arsenale

Amalfi: rinvenuti in mare reperti archeologici di varie epoche, i più preziosi saranno esposti in Arsenale

Quando sarà chiarita l’epoca dei vari reperti, i più importanti saranno messi in mostra permanente all’interno del Museo della Bussola e del Ducato Marinaro appena sarà ri-allestito presso l’Antico Arsenale della Repubblica

Inserito da (Maria Abate), lunedì 7 settembre 2020 14:38:56

Anfore di età romana, brocche di varie epoche, palle da catapulta, ampolle di vetro, ceramiche dipinte e una rilevante quantità di frammenti archeologici di ogni genere sono stati affidati al Comune di Amalfi. Si tratta di oggetti rinvenuti nello specchio di mare antistante la città, che l'ente ha preso in carico dopo esserne stato per diverso tempo custode giudiziario.

Diventano così patrimonio pubblico della città un centinaio di pezzi, tra frammenti e oggetti di vario genere, che raccontano diversi periodi della storia di Amalfi: dalla fondazione della città a opera dei romani proseguendo poi per le epoche successive. Al momento sono oggetto di studio da parte di un archeologo, che li sta datando e inventariando. Quando sarà chiarita l'epoca dei vari reperti, i più importanti saranno messi in mostra permanente all'interno del Museo della Bussola e del Ducato Marinaro appena sarà ri-allestito presso l'Antico Arsenale della Repubblica.

"Si è trattato di un'operazione lunga e delicata, non priva di intoppi, nel corso della quale abbiamo avuto come guida ed interlocutori il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio di Napoli, guidati dal maggiore Gianpaolo Basili, e la Sovrintendenza ai Beni AAAS di Salerno e Avellino, che ringrazio per l'importante collaborazione. Al termine di questo percorso prendiamo in carico questi reperti, come da volontà espressa da chi li deteneva in buona fede. Sono felice che questa vicenda si sia chiusa in maniera positiva per tutti e mi fa piacere che vengano restituiti alla città pezzi importanti della sua storia e della nostra identità di amalfitani, un vero e proprio patrimonio storico che racconta chi siamo e da dove proveniamo", ha detto l'assessore alla cultura e beni culturali Enza Cobalto.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Amalfi News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103418109

Storia e Storie

Da Amalfi a Parigi, Franco Gambardella espone un suo scatto alla Galerie Joseph Le Palais

Di Maria Abate Tra le foto di 444 fotografi provenienti da tutto il mondo, tra il 24 e il 26 maggio, a Parigi, sarà esposta anche quella di Franco Gambardella. Il giovane amalfitano, in arte "Franco Gambs", è reduce dalla mostra "Iconic Photo Show", che si è tenuta a Milano lo scorso settembre. E, dopo...

“Uno strano tipo”, il film del 1963 con Celentano girato in Costiera Amalfitana /VIDEO

In un sabato mite di fine inverno, il gruppo Cava Storie pubblica un'altra chicca dal suo archivio storico. Questa volta si tratta di scene del film "Uno Strano Tipo", girate in Costiera Amalfitana. Diretta dal regista Lucio Fulci, la pellicola uscì nelle sale cinematografiche nel 1963. Tra i principali...

Amalfi, Atrani e Sorrento negli anni trenta: le immagini di Paul Schulz / FOTO

Allegando le vedute, di proprietà della Fototeca della Biblioteca di Stato della Sassonia, il gruppo Cava Storie propone immagini dedicate ad Amalfi, Atrani e Sorrento, tre città incluse in quel "braccio" di terra che unisce le due Costiere e divide i golfi di Napoli e Salerno. L'autore, il tedesco Paul...

Gli anni ottanta di Amalfi, Atrani, Ravello e Scala nelle fotografie di Keld Helmer-Petersen

di Cava Storie Keld Helmer-Petersen (1920-2013) è stato un fotografo danese che ebbe buon successo in patria e in ambito internazionale, grazie alle foto a colori realizzate intorno la metà del Novecento. Il percorso iniziale di Helmer-Petersen fu da semplice autodidatta, in seguito si cimentò con lo...

Amalfi, i mille volti del Duomo e della sua piazza nei disegni ottocenteschi / FOTO

Il Duomo di Amalfi ha subito, nel tempo, numerosi cambiamenti. In particolare l'ultimo trentennio dell'800, quando, a seguito di un crollo del frontale, avvenuto agli inizi degli anni sessanta del predetto secolo, vennero attivati importanti lavori fino al 1895. Il gruppo Cava storie, che ha lo scopo...