Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Magno vescovo

Date rapide

Oggi: 19 agosto

Ieri: 18 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi NewsAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Amalfi News

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Economia e TurismoAmalfi entra nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici

Economia e Turismo

Amalfi entra nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici

Scritto da (mariaabate), giovedì 2 agosto 2018 12:17:50

Ultimo aggiornamento giovedì 2 agosto 2018 12:17:50

Amalfi è la prima città della Campania ad accedere nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, esclusivo riconoscimento che conta, in tutta Italia, soltanto altre 10 località. L'ingresso è stato ratificato mercoledì 25 luglio 2018 presso la sede del Ministero a Roma, dopo un percorso durato più di un anno e la presentazione del dossier di candidatura "Limoneti, vigneti e boschi nel territorio del Comune di Amalfi" curato dall'Amministrazione Comunale, alla quale sono intervenuti il sindaco Daniele Milano, l'assessore all'agricoltura Antonietta Amatruda, promotrice della candidatura, e l'assessore al bilancio Massimo Malet. Si tratta del riconoscimento dell'opera titanica dei "marinai contadini" di Amalfi, che nei secoli hanno strappato il suolo coltivabile alla montagna creando i tipici terrazzamenti che oggi sono la cifra del paesaggio della città e la difendono dal dissesto idrogeologico. Un riconoscimento che può aprire nuove strade per il sostegno all'agricoltura locale.

Come si legge nel decreto ministeriale che istituisce l'Osservatorio del Paesaggio Rurale, l'iscrizione al registro è prevista per quelle zone che: «conservano evidenti testimonianze della loro origine e della loro storia, mantenendo un ruolo nella società e nell'economia». Condizioni quanto mai valide per la città di Amalfi, che ha avuto modo di dimostrare con un corposo dossier - discusso dalla ricercatrice universitaria Giorgia De Pasquale - il dato storico che il particolarissimo assetto odierno è figlio dell'opera dei "marinai contadini" che oltre ad attraversare tutto il Mediterraneo sulle rotte commerciali restavano sempre con un piede a terra, nei terrazzamenti che hanno eretto con le antiche conoscenze della costruzione delle macere a secco e dai quali ricavavano sostentamento nei mesi nei quali non si poteva navigare. Terrazzamenti la cui importanza odierna è data dalla funzione di difesa del suolo alla quale assolvono: sono il baluardo che tiene in equilibrio la montagna e protegge la città dal dissesto idrogeologico e per questo vanno salvaguardati e difesi dall'abbandono.

«Si tratta di un importante riconoscimento - ha detto l'assessore all'agricoltura Antonietta Amatruda - che apre nuove possibilità per il sostegno all'agricoltura nella nostra città. Dopo l'apertura del Mercatino del Contadino, col quale diamo modo ai coltivatori amalfitani di vendere in piazza Municipio i loro prodotti trovando un immediato ristoro economico, abbiamo individuato nel Registro dei Paesaggi Rurali un valido strumento per accendere la luce sulla desertificazione dei terrazzamenti e esplorare nuove opportunità per combatterla».

«Ringrazio tutti quanti hanno collaborato alla realizzazione del dossier, in particolare la presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, professoressa Ermelinda Di Lieto, che oltre ad aver fornito la documentazione storica e fotografica degli archivi del Centro, è sempre stata presente nel seguire i vari passi della procedura per l'iscrizione al registro, che abbiamo avviato nel 2016», ha chiosato.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Economia e Turismo

Economia e Turismo

Ferragosto in Costa d'Amalfi: ecco tutti gli eventi

Il Ferragosto è una festività di origine antichissima, nella Roma imperiale denominata Feriae Augusti, ossia "riposo di Augusto". Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l'impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro, buoi, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con...

Economia e Turismo

La Costa d’Amalfi tra le tappe della crociera mondiale di Regent Seven Seas Cruises

C'è anche la Costa d'Amalfi tra le tappe della crociera mondiale della Regent Seven Seas Cruises, che partirà il 5 gennaio 2021 per esplorare la storia antica, le bellezze naturali e la ricca cultura che rendono così speciali i siti del patrimonio mondiale UNESCO più famosi. A darne notizia Travel+Leisure,...

Economia e Turismo

Le piscine del Caruso, del Santa Rosa e delle Sirenuse tra le migliori in Europa secondo “Haute Living”

L’Infinity pool del Belmond Hotel Caruso è al primo posto nella classifica delle 15 più affascinanti piscine d’hotel in Europa secondo "Haute Living", magazine di luxury lifestyle fondato nel 2004 a Miami. Ma non solo. Infatti, "15 Of The Most Stunning Hotel Pools In Europe" vede nella sua classifica...

Economia e Turismo

La Costa d’Amalfi tra i 20 luoghi più romantici della Terra secondo la casa editrice “Mills & Boon”

Sono stati decretati i 20 luoghi più romantici della Terra, con Parigi, Santorini e Venezia che occupano i primi tre posti. Ma al quarto posto spicca la Costiera Amalfitana, con i suoi angoli di paradiso che assicurano una bella vacanza all'insegna del romanticismo. Lo studio è stato commissionato dalla...

La cultura in Costiera Amalfitana passa per il Ravello Festival edizione 2018 Antica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana