Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa B. Vergine del Carmelo

Date rapide

Oggi: 16 luglio

Ieri: 15 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Amalfi NewsAmalfi News Costiera Amalfitana

Il Magazine della Costa d'Amalfi

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Amalfi News

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Economia e TurismoCostiera amalfitana: “TgCom 24” parla delle «segrete bellezze di Tramonti»

Economia e Turismo

Costiera amalfitana: “TgCom 24” parla delle «segrete bellezze di Tramonti»

Scritto da (mariaabate), mercoledì 27 giugno 2018 12:09:21

Ultimo aggiornamento mercoledì 27 giugno 2018 12:17:12

Negli ultimi anni anche l’entroterra della Costiera Amalfitana sta divenendo oggetto di turismo, ricercato da coloro che preferiscono la tranquillità della natura incontaminata all’ambiente caotico della spiaggia. Tramonti è sempre più al centro dell’attenzione mediatica, tra servizi in tv in cui si celebrano i suoi prodotti tipici e l’attenzione all’ambiente e articoli di giornale che ne esaltano le bellezze naturalistiche e le tradizioni mai sopite.

Ultimo in ordine di tempo l’articolo che "TgCom24", il quotidiano online di News Mediaset, ha dedicato a Tramonti, definita «il cuore pulsante di quel tesoro naturalistico che è il Parco dei Monti Lattari», nonché «importante snodo montano della Penisola Amalfitana». L’articolo, inserito nella sezione Viaggi, consiglia di visitare Tramonti per un weekend all’insegna della tranquillità e suggerisce alcune delle sue meraviglie da non perdere.

A partire dalla pizza, che proprio Tramonti ha fatto conoscere in tutto il mondo. «La nascita della pizza in questa cittadina campana - si legge nel pezzo - risale al Medioevo. Quasi ogni famiglia tramontana aveva in casa il forno a legna per fare il pane biscottato di farina di grano integrale; ogni qualvolta si preparava la famosa "cotta di pane", era un rito fare la pizza con lo stesso impasto e veniva condita con pomodori sponsilli (tenuti in conserva sotto i porticati), con olio di oliva, aglio, origano, sugna e anche qualche cubetto di lardo. Pizze così buone che cominciarono a essere esportate, insieme ai pizzaioli: risale al 1953 la gustosissima "invasione" del Nord Italia con la pizzeria Marechiaro di Novara, fondata dal tramontano Luigino Giordano».

Tramonti è poi la patria del Fior di Latte, che non è da confondere con la mozzarella e che è tra gli ingredienti principali della pizza. «Il fior di latte che nel 1889 fu usato per la pizza offerta alla Regina d'Italia Margherita in visita a Napoli, è un tipo di formaggio fresco a pasta filata, prodotto con latte di mucca intero con la stessa tecnica che si usa per la mozzarella di bufala».

Altro prodotto tipico è il Concerto, liquore digestivo ideato nella seconda metà del Seicento nel Conservatorio dei S. Giuseppe e Teresa nella frazione Pucara. Non è il Limoncello, bensì il Concerto il più antico rosolio della Costa Amalfitana.

Secolari a Tramonti sono anche le viti, «quelle autoctone del Tintore, una varietà di uve che si trova solo in queste terre. Il vento di tramontana che soffia sui terrazzamenti che si affacciano sulla Costiera Amalfitana, l’influenza dunque del mare, unita all’altezza della montagna, ha dato vita a queste viti inimitabili. Le sue piante sono pluricentenarie, raggiungono anche i 300 anni, e i fusti hanno un diametro di circa due metri: dei veri giganti». Dal Tintore le aziende agricole locali ricavano i vini Costa d’Amalfi DOC.

Angolo prezioso di verde immerso nel verde è Il Giardino Segreto dell'Anima sito a Campinola di Tramonti e gestito dalla famiglia Telese-De Marco. «Circa 3000 metri quadrati disposti su 8 terrazze degradanti, frutto della graduale riconversione di un antico vigneto abbandonato. Un giardino poco visibile e comprensibile dall'esterno, quindi volutamente "segreto", protetto dalle siepi miste. Si compone di molti micro settori ciascuno raro e interessante: un piccolo agrumeto con diverse specie e varietà, un roseto con circa 300 specie, varietà e ibridi (due terzi sono di Barni e Meilland), molte piante aromatiche ed officinali, collezioni di ortensie, spiraee, ibischi, emerocalli, lillà, magnolie, oleandri, ginestre, lantane, camelie, glicini, bignonie, alberi da frutto e un orto straordinario».

Nascosta è anche la Cappella Rupestre di San Michele Arcangelo, nella frazione di Gete. Questa piccola chiesa primitiva è «espressione del Cristianesimo dei primi secoli che si realizza nella forma eremitica ed ascetica ed è testimonianza della presenza di monaci provenienti dalla regione balcanica (V-VI sec.) per sfuggire alle lotte iconoclaste».

Gli amanti del trekking non possono non visitare Tramonti. «Tra i tanti sentieri si consiglia il Sentiero delle 13 Chiese: parte da Pucara e termina a Pucara, dopo aver attraversato quasi tutti i villaggi di Tramonti: Novella, Gete, Ponte, Campinola, Trugnano, Corsano, Capitignano, Pietre, Figlino, Ferriera, Paterno Sant’Arcangelo e Sant’Elia. Ha una lunghezza di circa 14 km ed un dislivello in salita e discesa di 527 m. Si percorre in circa 5 ore».

Per finire, testimonianza della laboriosità degli abitanti di Tramonti, sono le cartiere site lungo il fiume Satrono. «La nobile arte della fabbricazione della carta ha in Costiera Amalfitana una lunga e gloriosa tradizione. Il Molino della Carta di Pucara mantiene ancora intatta dal 1700 la sua struttura originaria utilizzando le antiche attrezzature opportunamente ripristinate: ruote idrauliche a pale, pile per lo spappolamento degli stracci di cotone, maglietto per la lisciatura del foglio, stenditoio con struttura lignea e l'antica tecnica di produzione per ottenere il tradizionale prodotto».

Clicca qui per l'articolo originale

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Economia e Turismo

Economia e Turismo

Le trame di Vietri sul Mare nella nuova collezione Dolce&Gabbana “I love Maiolica”

Non è la prima volta che il brand di lusso Dolce&Gabbana si ispira alla Costiera Amalfitana per le fantasie delle sue collezioni. Se nel 2016 fu la cartolina di Amalfi la stampa che ornò gli abiti della collezione primavera/estate "Italia Is Love", stavolta sono state le maioliche di Vietri sul Mare...

Economia e Turismo

Maiori protagonista a Uno Mattina Estate su Rai1 /Video

Maiori e la Costa d'Amalfi tornano protagoniste in TV con un servizio in onda su Rai 1 durante il programma Uno Mattina Estate del 26 giugno scorso. All'interno della rubrica Borghi d'Italia, l'inviato Fabrizio Rocca, ha intervistato l'imprenditore immobiliare Sergio Rivolta Lippo all'interno della bellissima...

Economia e Turismo

Marina Grande di Positano è la spiaggia più fotografata d’Europa su Instagram

Positano si conferma ogni giorno che passa meta prediletta dei turisti. Nella classifica delle 10 spiagge d'Europa più fotografate al mondo dai fotografi professionisti o amatoriali, stilata da Foxlife,Marina Grande di Positano è al primo posto con ben 1.118.461 scatti su Instagram e Facebook. Ecco come...

Economia e Turismo

Limoni, vigneti e paesaggi mozzafiato: il viaggio della conduttrice TV Penny Smith in Costiera Amalfitana

Parla del limoncello minorese, della carta d’Amalfi, del belvedere di Ravello e del Tintore di Tramonti la presentatrice TV inglese Penny Smith in un articolo pubblicato il 23 giugno scorso sulla versione online del "Daily Mail". Il suo è stato un viaggio intenso ed avvincente, alla scoperta di tutte...

La cultura in Costiera Amalfitana passa per il Ravello Festival edizione 2018 Antica Pasticceria Pansa Amalfi Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana